22.10.2014 – La preghiera dei fedeli

In occasione della celebrazione della prima memoria liturgica di Giovanni Paolo II, abbiamo voluto offrire a Dio le nostre intenzioni, chiedendo la Sua misericordia e il Suo perdono, e ringraziarLo per le tante realtà incontrate in questo primo anno come Associazione. Come giovani, famiglie, fedeli, religiosi, consacrati, genitori, associazioni, volontari, chiediamo la forza di affidarci alla Sua volontà e la capacità di portare davanti a Lui le nostre fatiche, la sofferenza di certe situazioni e giornate, ma anche le tante gioie e l’impegno quotidiano di seguirLo, perché ci dia speranza, ci faccia sentire la Sua vicinanza, ci doni luce nel cammino della vita.

Preghiamo insieme: Ascoltaci, Signore

1. Per la Chiesa: perché trovi sempre in Cristo risorto la forza per vincere con pazienza e amore le sue interne ed esterne difficoltà, e sia guida e sostegno spirituale dei fedeli nella vita quotidiana. Ti preghiamo.

2. Ti affidiamo Papa Francesco, il nostro Arcivescovo Angelo, il Vescovo Mario, e tutti i sacerdoti della Diocesi, in particolare quelli presenti questa sera: custodisci e sostieni il loro cammino. Ti preghiamo

3. Signore, Tu ci hai donato in San Giovanni Paolo II un infaticabile apostolo per l’annuncio del Vangelo, un esperto di umanità, operatore di pace e di giustizia: illumina con la tua sapienza coloro che guidano i popoli, liberaci con la tua grazia dai nostri egoismi e da ogni male, apri con il tuo amore il nostro cuore alla carità fraterna. Ti preghiamo.

4. Per coloro che hanno responsabilità nel governo delle Nazioni: lo Spirito Santo ispiri progetti che valorizzino la famiglia come cellula fondamentale della società secondo il progetto divino. Per questo ti preghiamo

5. Per gli ammalati e per quanti soffrono nel corpo e nello spirito. La presenza del Signore che ha preso su di sé le nostre sofferenze e ha portato i nostri dolori sia per tutti motivo di consolazione e speranza. Ti preghiamo.

6. “Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro”. Fa’ che seguendo l’invito di Giovanni Paolo II sappiamo, con gioia, costruire la nostra vita sulla salda roccia del tuo Vangelo. Per questo ti preghiamo.

7. Benedici Signore i frutti della nostra amicizia, che abbiamo visto germogliare in questi mesi come Associazione operante nella Diocesi di Milano. Perché l’affetto nato tra noi ci sproni a gareggiare nella stima reciproca e nella santità. Per questo ti preghiamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Warning: Undefined array key "rerror" in /home/milan226/public_html/wp-content/plugins/wp-recaptcha/recaptcha.php on line 291