Il progetto Milano per Giovanni Paolo II nasce nel 2013 da un gruppo di giovani amici, provenienti da esperienze culturali, professionali ed ecclesiali diverse. 

A unirci è il desiderio di dire GRAZIE a Giovanni Paolo II: la sua testimonianza mostra la grandezza e la bellezza di essere discepoli di Cristo e di portare il Vangelo nei diversi ambiti in cui possiamo “fare della nostra vita un capolavoro”.

Coordinandosi con la Diocesi e con le tante realtà culturali, associative ed ecclesiali milanesi, l’associazione propone incontri, approfondimenti, iniziative benefiche e culturali, occasioni di festa e momenti di preghiera, mettendo al centro la figura di papa Giovanni Paolo II. Si tratta di una personalità poliedrica e affascinante: operaio, sportivo, attore, scrittore, filosofo, teologo, grande comunicatore, mistico… e la lista potrebbe continuare!
Desideriamo conoscere e seguire questo
testimone di Cristo e del Vangelo, che ha segnato profondamente il nostro secolo e la storia della Chiesa con la sua umanità piena, generosa e realizzata.

In un momento di disorientamento e sfiducia, siamo convinti che le nostre istituzioni e le nostre città, attingendo all’esempio positivo e vigoroso di Giovanni Paolo II, riceveranno nuova linfa e nuovo slancio.

ORGANIZZAZIONE

Il Consiglio Direttivo dell’associazione è attualmente costituito da:

  • Francesco Migliarese (Presidente);
  • Fabio Tradigo;
  • Antoine De Brabant;
  • Giulia Pavan;
  • Matteo Martelli;
  • Silvia Morosi;
  • Alessio Galimi.

Consulente Ecclesiastico dell’associazione, nominato dalla Diocesi di Milano come da Statuto, è don Marco Cianci.

*******

Dove ci invia Gesù? Non ci sono confini, non ci sono limiti: ci invia a tutti. Il Vangelo è per tutti e non per alcuni. Non è solo per quelli che ci sembrano più vicini, più ricettivi, più accoglienti. E’ per tutti. Non abbiate paura di andare e portare Cristo in ogni ambiente, fino alle periferie esistenziali, anche a chi sembra più lontano, più indifferente. Il Signore cerca tutti, vuole che tutti sentano il calore della sua misericordia e del suo amore” (Papa Francesco, Omelia a Rio De Janeiro, 28 Luglio 2013)

Non abbiate paura di annunciare il Vangelo. Non abbiate paura di andare per le strade e nei luoghi pubblici, come i primi Apostoli che hanno predicato Cristo e la Buona Novella della salvezza nelle piazze della città, dei centri e dei villaggi. Non è tempo di vergognarsi del Vangelo. È tempo di predicarlo dai tetti. Non abbiate paura di rompere con i comodi e abituali modi di vivere, al fine di raccogliere la sfida di far conoscere Cristo nella moderna metropoli” (Giovanni Paolo II, VIII Giornata Mondiale della Gioventù a Denver, 15 Agosto 1993)